Casa messicana sulla Vistola

Il design degli interni è spesso ispirato da viaggi in parti lontane del mondo. Affascinati dallo stile delle decorazioni per la casa nei paesi esotici, vogliamo portare queste composizioni sotto i nostri tetti.

Grazie a questo approccio, gli appartamenti acquistano un carattere individuale, che riflette la personalità dei membri della famiglia e le loro passioni.

 C’è un metodo in questa follia

Se siete tentati di decorare i vostri interni in stile messicano, ricordiamo alcune regole. Non cerchiamo di prendere tutte le soluzioni alla lettera.

Più il principio è valido, meglio è, la ricchezza di colori e contrasti, così caratteristici delle case messicane, nella cultura interna polacca può essere un po’ uno shock. I colori che sembrano favolosi sotto il caldo cielo messicano, alla nostra latitudine, sembreranno artificiali. Allora, come si fa a portare in casa elementi di stile messicano in modo sicuro? La cosa più importante è disporre tutti gli ambienti secondo un concetto coerente, con coerenza cromatica.

Per dare il benvenuto

Segnaliamo i nostri gusti dalla porta d’ingresso stessa. Appendiamo loro una targa di benvenuto in ceramica o dei bellissimi numeri dipinti a mano che indicano il numero dell’appartamento.

Nella sala sopra la cassettiera, uno specchio in una cornice decorativa in ceramica farà bella figura.

Sul pavimento, un’interessante soluzione sarà quella di posare un pavimento in terracotta di Guadalajara in terracotta ottagonale decorata con cubi colorati. Questo forte accento deve essere applicato solo nella parte centrale della superficie del pavimento e il resto deve essere rivestito di terracotta di colore neutro chiaro. La stessa idea di pavimentazione dovrebbe essere ripetuta anche in cucina e in bagno, il che renderà questi interni stilisticamente coerenti.

Il cuore della casa

In cucina, possiamo permetterci più follia di design. Per esempio, le tessere patchwork di Gael situate in luoghi che vogliamo esporre visivamente saranno belle qui. Il più delle volte si tratta di una striscia sopra il piano di lavoro e sopra il piano di cottura, così come intorno al lavello. Se avete un’isola nella vostra cucina, potete posare le stesse piastrelle sulla sua parete anteriore rivolta verso la sala da pranzo e il soggiorno. Vale la pena rinunciare ad alcuni armadietti pensili per mettere al loro posto delle mensole di legno, dove si possono esporre delle belle tazze, vasetti con prodotti alimentari, ecc. e appendere sopra di essi dei piatti dipinti a mano. Un solido lavello in rame Adelmo a due camere e un miscelatore abbinato completeranno la vostra cucina. Nella zona pranzo deve essere presente un tavolo in legno massiccio circondato da sedie, preferibilmente con schienali forgiati, cuscini imbottiti in colori riferiti a quelli utilizzati sulle piastrelle. E sopra il tavolo c’è una lampada di rame appesa sopra il tavolo, che getta bellissimi riflessi di luce.

Famiglia e zona di vacanza

Nel soggiorno, mettiamo una cassettiera in noce massiccio con eleganti accessori in ottone, e su di essa belle lampade e piante, ad esempio cactus in terracotta o vasi Talavera dipinti a mano. Un posto per riposare sarà fornito da divani, che in questa parte dell’interno dovrebbe essere un punto di colore intenso. Scegliamo uno dei colori che scorrono nelle piastrelle della cucina: mattone, arancio, albicocca, blu e ordiniamo la tappezzeria appropriata. Il soggiorno non deve rimanere senza poltrone. Le poltrone traforate sono le migliori, fatte di linee intrecciate. Tutti i mobili da seduta devono essere rivestiti con una moltitudine di cuscini colorati, preferibilmente con motivi geometrici aztechi. Le pareti del soggiorno saranno splendidamente decorate con grafiche originali che mostrano il calendario Maya.

Zona umida

Il bagno è la parte della casa dove possiamo dare sfogo alla nostra fantasia decorativa. Se abbiamo un grande bagno, vale la pena scommettere sull’originale bagno di rame Gloria. Situato a una certa distanza dalla parete e armato di un bel miscelatore Amadara a stelo sarà una vera star del bagno. La sua straordinaria bellezza può essere sottolineata da due lavabi da appoggio Kinga incastonati su un solido mobile rifinito con raccordi in ottone. Questi trogoli in ceramica a forma di mano e rifiniti con un bordo di pizzo saranno un complemento di gusto per il salone da bagno. Piante verdi piantate in vasi dipinti a mano e asciugamani morbidi forniranno una macchia di colore in questo interno. Un’altra idea per un bagno, specialmente uno con una superficie più piccola, è quella di utilizzare le stesse piastrelle patchwork Gael della cucina. Possiamo stenderne una striscia decorativa ad un’altezza di circa 2 metri nella zona umida sopra la vasca da bagno o la doccia.  Sulla seconda parete, sui mobiletti, mettiamo due lavabi Ynes dipinti a mano, di colore coerente con le piastrelle scelte in precedenza. Posizionare gli specchi simmetricamente sopra i lavabi, le cui cornici saranno dei patchwork Gael incollati al muro. Entrambi gli stili sono completati da un pavimento rivestito con il già citato tappeto in terracotta.

Sogni di colore

Gli accenti messicani non devono mancare nell’area privata della casa. Sia la camera da letto principale che la camera dei bambini non devono discostarsi dal progetto.

L’elemento più importante è un grande e solido letto, preferibilmente con poggiatesta in ottone forgiato, rivestito da un copriletto in un colore intenso, lo stesso della tappezzeria di un salotto o di un divano a contrasto. I copriletti a strisce a tessitura fitta sono molto caratteristici per gli interni messicani. Quando si sceglie una soluzione di questo tipo, occupiamoci della combinazione di colori scelta in precedenza. Il letto dovrebbe anche essere gettato con cuscini opportunamente selezionati. Come elemento decorativo della camera da letto, un originale sombrero appeso alla parete sarà una soluzione perfetta. Gli armadi e i cassettoni devono essere decorati con pomelli in porcellana dipinti a mano.

Nella stanza di un bambino, un motivo messicano può essere una carta da parati in cactus su una delle pareti, e una mensola appesa con le miniature di queste piante in vasi colorati sull’altra. Una tazza patchwork colorata può essere posizionata sulla scrivania dello studente per riporre pastelli e matite.

Siesta estiva

Nel nostro clima possiamo sentirci quasi come in Messico per alcuni mesi dell’anno. Quando si sistemano balconi e terrazze, impazziamo di colori. Prima di tutto, un pavimento favolosamente colorato fatto di piastrelle di cemento dipinte a mano farà un bell’effetto. Scommettiamo su quelli nei toni del verde e dell’arancione. I tavoli possono essere dipinti in mattone o di colore verde. Su mobili in vimini o rattan mettiamo coperte e cuscini a fantasia. La terrazza dovrebbe sprofondare nel verde piantato in imponenti vasi di terracotta. Questa disposizione può essere completata dalle figure di rane messicane in ceramica che si arrampicano sulle pareti del nostro manicomio verde. E un altro elemento, senza il quale è difficile immaginare una siesta perfetta. L’amaca, perché è un must-see in ogni casa messicana. Troviamo un posto anche sulla nostra terrazza.

Stili di bagno

Il bagno è un luogo dove i residenti trascorrono relativamente molto tempo. Vale la pena di prestare attenzione alla scelta di finiture ed elementi decorativi appropriati che possano determinare lo stile del bagno.

Se il bagno è utilizzato solo dai membri della famiglia, ci si può permettere una finitura che metta in risalto l’individualismo dei padroni di casa, mentre se è utilizzato anche dagli ospiti, dovrebbe essere funzionale e di facile manutenzione.

Supponiamo però che il bagno sia utilizzato solo dalla famiglia e che lo stile rispecchi i gusti e le preferenze dell’ospite. Che tipo di finitura per il bagno possiamo incontrare?

Bagno art deco

Avete bisogno di più spazio per finire il vostro bagno in questo stile. Si tratta di un bagno di lusso, e gli elementi che vi sono inseriti rivelano che il padrone di casa apprezza il lusso. Il bagno art déco è dominato da elementi in vetro liscio, acciaio cromato, legno esotico, bronzo e rame. Succede spesso che i dettagli decorativi siano realizzati in leghe o in argento puro. L’Art Deco è di prima qualità e perfetta funzionalità.

I colori dominanti nell’art deco sono il bianco, il grigio, il beige e il nero a contrasto.

Bagno in stile coloniale

È un’eleganza britannica, caratterizzata da una disposizione ordinata, anche prevedibile, con aggiunte provenienti dall’Africa o dall’Asia. Le strisce, le macchie e i punti posizionati geometricamente sono spesso interrotti da patchwork tunisini o marocchini. Le aggiunte decorative sotto forma di figure etniche umane o animali completano il tutto. I colori principali in stile coloniale sono il beige, il giallo, il marrone, il rosso e l’arancione.

Bagno in stile minimalista

La finitura di un bagno di questo tipo è caratterizzata dalla semplicità e dal minor numero possibile di elementi che possono rendere lo spazio più attraente. Spesso in questi bagni non vengono applicate piastrelle sulla superficie e, se sono già installate, hanno una forma semplice e di solito non hanno motivi. I materiali utilizzati in tali bagni sono vetro, cemento, acciaio. I colori sono di solito tonalità di bianco e grigio. Spesso in questo tipo di bagni vengono utilizzati materiali riciclati, chiamati ecologici.

Bagno in stile messicano

Il bagno è principalmente una tavolozza di colori di prodotti messicani originali. I patchwork di piastrelle messicane molto popolari sono posati sulla superficie delle pareti o come decori in aree particolarmente esposte. Un elemento molto popolare dell’arredo bagno in stile messicano è il lavabo da tavolo, spesso dipinto a mano, che è il principale elemento decorativo del bagno. Si possono dichiarare anche elementi ceramici provenienti dal Messico, come figure a forma di sole, luna, persone e animali. Elementi molto caratteristici dell’arte messicana sono le statuette La Catrina che rappresentano uno scheletro vestito con abiti colorati.

Bagno in stile africano

Bagni in stile africano utilizzano elementi che si riferiscono al continente africano, in modo da colorare in forma di zebra, motivi, tutti i tipi di maschere sono elementi molto popolari di tali attrezzature da bagno. I colori principali del bagno in stile africano sono i colori del deserto, cioè il giallo, l’arancione, il rosso e il bianco e il nero a contrasto. Sempre più spesso gli investitori utilizzano in bagno piastrelle prodotte in Tunisia o piastrelle provenienti dal Marocco.

Bagno in stile eclettico

L’eclettismo, o la combinazione di stili, può causare il caos in bagno. Questo stile richiede prudenza e riflessione. È bene accentuare i luoghi con lo stile che si preferisce, ad esempio, la cabina doccia può essere dotata di patchwork messicano e la zona lavabo può essere minimalista e semplice.

A proposito di colori, interior design, intervista a Julietta Torbus

Cerames fornisce ai clienti prodotti di design d’interni eccezionali da anni. La gamma comprende prodotti artigianali creati da artigiani di varie regioni del mondo, tra cui Marocco, Messico, Polonia e Tunisia. Cerames offre prodotti originali e belli, ma allo stesso tempo pratici e testati nell’uso. L’aspetto grafico dell’offerta, ma anche lo sviluppo concettuale di nuovi design e set di prodotti pronti per l’uso è di competenza di Julietta Torbus, creative manager. Julietta è una graphic designer, e progetta interni per hobby. Lavora in Cerames da diversi anni, conosce le regole dell’azienda e ha accettato di rispondere ad alcune domande sul suo lavoro.

Julietta, quando ha fatto domanda per Cerames, è stata guidata dalla gamma di prodotti dell’azienda?

Non all’inizio. Ho visto un annuncio, sono anche andato sul sito del negozio, c’erano solo prodotti provenienti dal Messico. Ho trovato che la gamma di prodotti è ottima, ha un carattere artistico originale e ho pensato che sarebbe stato divertente lavorare in un’azienda come questa. All’epoca ero ancora molto distante, perché non sapevo nemmeno se sarei stato invitato per un colloquio. Ma ha funzionato. Quando ho visto per la prima volta i prodotti dal vivo del nostro negozio, è apparso l’amore 😉

È importante per voi quali prodotti riguardano il vostro lavoro?

Di certo non mi importa di quali prodotti sia il mio lavoro. Non potrei lavorare in un’azienda che vende prodotti nocivi che hanno un impatto negativo sulla salute umana, o vendere prodotti di qualità molto scadente, pubblicizzandoli come qualcosa di esclusivo. Fortunatamente, i prodotti di Cerames non appartengono a nessuna delle due categorie. Inoltre, hanno qualcosa che migliora istantaneamente l’umore. Forse sono i colori, forse un’atmosfera allegra… Il valore artistico dei prodotti è più aggiunto, ma certamente rende il lavoro più piacevole.

Può dirci cosa fa a Cerames?

Si occupa principalmente di curare l’immagine dell’azienda dal punto di vista grafico. Aiuto a creare tutti i tipi di banner, volantini, cartelli grafici utilizzati sia nella stampa che in Internet.
Quando appare un’idea per un nuovo prodotto, ad esempio piastrelle messicane con motivi Hucul, preparo un progetto che inviamo ai nostri partner in Messico. Sviluppo anche dei patchwork, ovvero composizioni pronte all’uso di diverse piastrelle, cercando di combinare i disegni nel modo più armonioso possibile. Dato che abbiamo un team molto armonioso e che l’opinione di tutti conta, ognuno ha un piccolo contributo da dare alla maggior parte di ciò che accade in azienda. Spesso realizzo solo un’idea sviluppata in comune.

Sei interessato al design d’interni? Qual è il tuo hobby?

Sì, mi piace molto, ma purtroppo non sono un designer. Anche io ho una tale afflizione che quando mi trovo in una nuova stanza, la pianifico nella mia mente in modo che sia funzionale ed estetica – come se fosse casa mia:). Se dovessi organizzare un vero appartamento, probabilmente mi ci vorrebbe metà della mia vita. Mi piacerebbe elaborare il più piccolo dettaglio e scegliere l’opzione più appropriata a mio parere. Non è realistico, ecco perché faccio qualcos’altro 😉 Quando si progetta graficamente, ogni volta si può creare qualcosa di diverso e divertirsi molto.

Ultimamente ci sono state molte novità, tra cui le piastrelle in terracotta del Messico, che sono piuttosto ascetiche. Cosa può dire di loro, come artista professionista?

Questi tipi di piastrelle, con la loro forma ascetica, sono ottime per qualsiasi tipo di interno. Il cotto di Guadalajara combinerà perfettamente le piastrelle messicane alle pareti con il pavimento. Sarà anche un compromesso per coloro che amano le piastrelle messicane di diverso colore, ma pensano che sarebbe troppo “folle” in casa loro stenderle su una superficie più ampia.

Le altre piastrelle di terracotta del Messico sono dei veri classici. I colori riscalderanno certamente gli interni e la loro superficie opaca conferirà una sottile eleganza. Penso che funzioneranno bene nell’ambiente di oggi così popolare, con le sue tonalità di verde scuro, nero o grigio.

Altri nuovi prodotti disponibili su Cerames sono le piastrelle patchwork messicane e le forme decorative più piccole decorate con motivi molto colorati. Sapete dove usarli al meglio? Dove andranno a finire? Come posizionarli per rendere l’interno armonioso?

Vi parlerò volentieri del colorato patchwork di Fridas. Il patchwork di Fridas funzionerà bene sia negli interni glamour che in quelli ascetici. Tutto dipende da come li si usa. Anche un singolo patchwork in forma di immagine potrebbe essere la decorazione principale e rompere leggermente l’interno grezzo, anche industriale. In realtà, un principio simile funzionerà in caso di tutti i patchwork messicani colorati e modellati. I patchwork messicani con motivi floreali o astratti possono essere integrati con successo anche nello spazio rustico o coloniale.

Il negozio Cerames ha una gamma molto ampia di piastrelle patchwork, sapete a cosa deve prestare attenzione un potenziale cliente quando progetta? Quale dovrebbe essere il principio guida nella scelta delle piastrelle?

Abbiamo molti tipi diversi di piastrelle patchwork. Il patchwork di cemento è il più adatto per il pavimento. In questo caso è molto importante considerare lo spessore delle piastrelle in fase di progettazione. Le piastrelle hanno un ulteriore strato di cemento colorato nella massa, quindi anche dopo decenni di abrasione naturale della superficie della piastrella, il motivo su di essa rimane invariato e chiaro come al momento dell’acquisto. Grazie a questa tecnologia, le nostre piastrelle in cemento sono leggermente più spesse delle tradizionali piastrelle in gres ed è necessario tenere conto del fatto che non vi è alcuna differenza di livello. Le piastrelle di cemento sono adatte a qualsiasi tipo di stanza, quindi è possibile posare il pavimento con loro anche in tutta la casa. Questo è un ulteriore vantaggio per i piccoli appartamenti, dove un pavimento uniforme amplierà otticamente gli interni collegati.

A proposito di piastrelle da rivestimento, il patchwork messicano merita attenzione. Sono in due versioni: liscia e convessa. In entrambi i casi, le piastrelle sono smaltate, il che significa che hanno un’elevata brillantezza. Tali piastrelle possono ingrandire visivamente la stanza. Tuttavia, va ricordato che sono riccamente decorate, quindi si adattano di più come decorazioni in stanze più piccole. Se decidete di scegliere un’intera parete di piastrelle messicane di grande effetto, ricordatevi di scegliere quella che è la parete più corta del vostro interno, preferibilmente di fronte alla finestra. Una tale posizione di una parete più accentuata farà sembrare la stanza più quadrata.

Anche le tegole a motivi saranno perfette negli incavi. Daranno profondità alla stanza e porteranno visivamente la parete su cui si trovano.

Ci sono regole generali sulla scelta dei colori delle piastrelle, dei modelli? Cosa è bene fare e cosa si può evitare?

Per quanto riguarda le regole generali per la scelta delle piastrelle, per gli ambienti più piccoli scegliamo colori chiari e formati più grandi. Questo non farà sembrare l’interno più piccolo. Minori sono le giunture, più lisce e più grandi sono le superfici.
Se è necessario collocare un po’ di colore scuro in una piccola stanza, usiamo accessori di questo colore.

Queste mattonelle di colore diverso si adattano ad ogni stanza?

In generale, sì, credo di sì, ma dipende dal numero di piastrelle che usiamo e dallo stile della stanza. Se abbiamo un interno piccolo o lo stile della stanza è completamente diverso dalle nostre piastrelle (ad esempio glamour) possiamo usarli come accenti. Allora dovremmo ricordarci di scegliere i colori in modo che il nostro interno sia coerente.

Riesci a capire se i colori delle piastrelle monocolore possono cambiare visivamente la stanza? Può dirci qualche “trucco”?

Scegliendo colori chiari e piastrelle lucide possiamo ingrandire otticamente la stanza.
Applicando abilmente colori saturi possiamo cambiare visivamente la forma della stanza – per esempio, se ci stiamo chiedendo quale parete scegliere per una piastrella messicana blu scuro in una stanza stretta, scegliamo quella più corta o quella di fronte all’ingresso. Un colore forte su una delle pareti aiuterà anche a nascondere le imperfezioni (ad esempio, proporzioni errate dell’interno, rifrazioni). Quando si pensa al colore degli interni, pensiamo al colore di testa. Può essere completato da un massimo di 4 colori.

Questa non è ovviamente una regola, ma penso che le piastrelle messicane smaltate bilancino molto bene le superfici opache. Prima di posare le nostre piastrelle in un colore audace su una superficie più grande, pensiamo a come ci sentiremo riguardo a questo colore, a come influenzerà il nostro umore.

La dimensione delle piastrelle applicate alla superficie è rilevante e, in caso affermativo, quali sono i suoi effetti?

Sì, le piastrelle piccole (da 5 a 30 cm) funzioneranno bene sulle pareti delle stanze più grandi. Possiamo anche stenderli sui pavimenti di piccole stanze, possono nascondere le sue imperfezioni. Se le nostre piastrelle preferite sono della categoria piccola e non abbiamo una stanza grande, chiedete a un esperto se è possibile posarle senza problemi. Meno divisioni ci sono, più grande è la stanza otticamente ottenuta. Se non c’è questa possibilità, scegliamo uno stucco nel colore della piastrella. Su piccole superfici, ad esempio sopra il piano di lavoro della cucina, le piastrelle 10 x 10 cm saranno la soluzione ideale. Tuttavia, la cosa più importante è che riteniamo che le piastrelle si inseriscano all’interno e soddisfino le nostre aspettative. Le dimensioni delle piastrelle che usiamo sono un problema secondario.

Cerames offre lavabi artistici, sono disponibili in diverse forme e colori. A cosa deve prestare attenzione il cliente quando sceglie un lavabo? Forma? Design? Dove andrà a finire un lavabo artigianale, e dove certamente non andrà a finire?

Un lavabo artistico è il più adatto dove la sua bellezza attirerà senza dubbio l’attenzione. Se andate in bagno, la prima cosa che vedete è un bel lavabo con un bel disegno, raggiungerete l’obiettivo del vostro designer. Questi tipi di prodotti sono cose uniche di cui vale la pena vantarsi.
È bene prestare attenzione alla forma del lavabo. Un lavabo più grande sarà più pratico nella vita di tutti i giorni. I lavabi da banco sono decorati anche all’esterno, il che li fa sembrare più grandi. Purtroppo non tutti i bagni hanno spazio a sufficienza. Dobbiamo anche ricordarci di scegliere il miscelatore più alto per il lavabo. Se abbiamo già un colore di punta nel bagno, cerchiamo di avere il design e il colore del lavabo in modo che il colore sia armonico con l’insieme.

Vogliamo che il lavabo sia apprezzato in primo luogo e che non si annoi con il suo design.
Aggiungerei anche la facilità di pulizia ai criteri di selezione – certamente più liscia è la superficie, più facile sarà la pulizia del lavabo. Avremo anche meno lavori di manutenzione con i lavabi da banco.

Julietta, l’azienda recentemente trasferita, lei ha partecipato attivamente alla progettazione della mostra, ci dica cosa voleva realizzare con il suo progetto, qual era il suo obiettivo?

Soprattutto, volevamo che i clienti vedessero i nostri prodotti in azione. – come se li avessero visti nell’appartamento di qualcuno. Non avevamo un posto come questo prima. Tutti potevano venire a vedere i nostri prodotti, ma dovevano immaginare come sarebbero stati all’interno. Ora è più facile e non devi pensare. Basta aprire la porta del soggiorno e il cliente vede subito l’effetto finale.

C’è un posto nell’attuale ufficio dove il cliente deve prestare particolare attenzione? Se è così, perché?

Volevamo che un posto così speciale fosse un angolo con un muro di piastrelle messicane. È un luogo dove i clienti possono vedere dal vivo l’aspetto del patchwork messicano sul muro, ma anche sedersi in un comodo divano, prendere una tazza di caffè e pensare alla disposizione dei loro interni, comporre il proprio patchwork sul tavolo, o sfogliare le varie opzioni. Da questo luogo si può anche vedere l’intera esposizione nel soggiorno e un po’ di verde rilassante fuori dalla finestra 😉

E’ possibile ordinare una visualizzazione con i prodotti acquistati nel negozio Cerames?

Collaboriamo con molti architetti, ma è meglio quando il cliente arriva con il suo progettista, che conosce già le sue esigenze e la stanza. La maggior parte dei nostri prodotti ha un file di oggetti 3D, che i progettisti possono implementare nel loro progetto. Mettiamo a disposizione tali file gratuitamente.
Nel caso di progetti più semplici, ad esempio pavimenti, abbiamo il nostro software, che rende più facile la progettazione. È così intuitivo che i clienti possono usarlo da soli e a casa, creare tutti i progetti che vogliono. Naturalmente, siamo anche felici di aiutare con questo tipo di attività.

Infine, una domanda che viene posta ad ogni persona che intervisto. Partiamo dal presupposto che il vostro budget sia illimitato. Si tratta solo di arredare un appartamento o una casa appena acquistata. Quali prodotti scegliereste tra quelli offerti da Cerames e perché?

Si tratterebbe sicuramente di prodotti provenienti dal Messico. Uno dei lavabi da banco per il bagno, sono davvero impressionanti!

Mi piace molto anche il patchwork messicano fatto di piccole tessere di 5 x 5 cm. Ma non ho un’idea precisa per loro. Per ora ho a casa il loro sostituto sotto forma di mosaico di magneti sul frigorifero 😉

Comprerei una lampada di rame per la sala da pranzo o il salotto. Già di per sé ha un bell’aspetto, ma quando lo si indossa conferisce alla stanza un carattere sorprendente. I riflessi di luce riflessi dal rame danno un’atmosfera calda e accogliente unica. E’ come una serata invernale in montagna in una capanna vicino al camino con una tazza di vin brulé 😉

Grazie mille per il vostro tempo.

Ceramica Talavera

I prodotti ceramici con il nome generale di Talavera sono prodotti del comune di San Pablo del Monte. Si precisa che i primi articoli di Talavera iniziarono ad essere prodotti in Messico nel XVI secolo. Il nome stesso deriva dalla città spagnola di Talavera de la Reina, dove ha iniziato a produrre questo tipo di faenze. Con la conquista del Messico da parte degli spagnoli, gli artigiani sono arrivati nel territorio conquistato, che hanno trasferito lo stile e il modo di produrre ceramica dal continente, tanto che molte influenze andaluse e arabe sono visibili nei colori e nei disegni.

Caratteristiche della ceramica di Talavera

Le ceramiche di Talaver sono caratterizzate da un’argilla bianca lattiginosa. Le pentole e gli altri piatti arrotondati sono prodotti con il tornio da vasaio. Nel caso di prodotti decorativi con forme diverse da quelle cilindriche, il materiale è modellato da un artigiano. Tutti i prodotti Talavera sono dipinti a mano con pigmenti naturali. Vale la pena ricordare che la maiolica originale di Talavera è prodotta in fabbriche di ceramica certificate. Ogni prodotto originale Talavera deve essere contrassegnato con la firma, il logo e l’ologramma dell’artigiano. Tali prodotti sono molto costosi perché la loro quantità è controllata e limitata dal Consiglio Regolatore Messicano Talavera.

Inizialmente il colore di base della ceramica Talavera dipinta era il blu e le sue sfumature. Tuttavia, a causa del prezzo del colorante, si cominciò ad utilizzare il verde, il giallo, il viola e il nero, e più tardi le arance e i rossi.

Gli elementi decorativi di Talavar

Pablo è famoso per i suoi elementi decorativi, i messicani amano le figurine, le tazze, i piatti con bellissimi motivi colorati. Sono spesso molto popolari, presi dalla cultura Maya e Azteca, dai prodotti a forma di sole e di luna. Pentole e tazze con un caratteristico motivo Talaver sono popolari.

Il colorante applicato alla ceramica Talavera è molto denso, che dopo il processo di smaltatura permette di ottenere un effetto 3D, e l’uso di luce appropriata può approfondire questo effetto e saturare ulteriormente il colore.

All’inizio del XX secolo ha avuto inizio la collezione di ceramiche di Talavera. A causa del fatto che la quantità di prodotti originali Talavera prodotti è limitata in modo controllato, i prezzi delle ceramiche da collezione possono essere molto alti.

Piastrelle Talavera

Si tratta di piccole opere d’arte, soprattutto patchwork. Questi tipi di piastrelle erano spesso decorate con motivi che simboleggiavano fiori o animali. Essendo prodotti a mano, non sono identici, il che conferisce loro uno stile originale e individuale.

Le piastrelle monocolore sono molto popolari. I colori più comuni delle piastrelle di Talavera sono il blu, il giallo, l’arancione e il verde.

Dove utilizzare la ceramica Telavera

Ovunque il designer voglia dare alla stanza uno stile individuale e orientale. Queste ceramiche sono perfette per spazi rustici e industriali. Piastrelle con ricche decorazioni possono decorare l’ambiente di specchi, porte e finestre. Si armonizzano perfettamente con il camino. Gli elementi della piccola architettura di Talaver enfatizzeranno sicuramente lo stile dello spazio ed enfatizzeranno l’atmosfera.

Cosa dovrebbe essere incluso nel design del bagno?

Quanto tempo passa una persona media in bagno?

Vi siete mai chiesti quanto tempo passate in bagno?

In un sondaggio condotto da uno dei portali, i partecipanti al sondaggio hanno dichiarato di utilizzare il bagno 5-7 volte al giorno. Ogni volta, rimangono lì per più di 6 minuti. Si tratta, ovviamente, di parametri medi che tengono conto delle donne e degli uomini. L’indagine mostra che le donne passano la maggior parte del loro tempo in bagno a truccarsi.

Un gruppo di scienziati britannici si è ulteriormente aggrappato al problema. I ricercatori hanno portato la ricerca su un gruppo di 2500 persone. Essi mostrano che in media passiamo in media fino a 3 anni della nostra vita in bagno, di cui circa 1,5 anni in bagno, 6 mesi nella vasca da bagno o nella doccia, più di due mesi ci asciughiamo e ci puliamo il corpo. Il resto del periodo lo passiamo in altre attività più mondane.

Questo dimostra quanto sia importante il bagno nella nostra vita. Vale anche la pena di notare che il bagno è generalmente utilizzato dai nostri ospiti nel senso più ampio del termine, quindi è il nostro biglietto da visita.

A cosa prestare attenzione quando si progetta il bagno?

Di seguito vi presentiamo alcuni aspetti importanti nel design del bagno.

  • Disposizione funzionale della stanza. A questo punto dovremmo considerare quali attività svolgeremo in bagno e quali attrezzature saranno necessarie per questo. Quindi, il bagno sarà utilizzato solo per il bagno standard e altre attività molto mondane, o sarà utilizzato come lavanderia e asciugatrice. Potrebbe anche essere necessario organizzare un posto, ad esempio, per la cura e la cosmesi.
  • Dovremmo pensare allo stile in cui vorremmo finire o rinnovare il bagno. È lo spazio per mantenere la forma classica, semplice e piuttosto ascetica, o più individuale, ad esempio con piastrelle fatte a mano, sottolineando un aspetto più individuale.
  • Un altro elemento molto importante del progetto è il colore e la potenza dell’illuminazione. Ogni posto nel bagno potrebbe aver bisogno di un posto diverso. Vale la pena di considerare la potenza dell’illuminazione principale e l’eventuale illuminazione di vari altri punti della sala. Vale la pena ricordare che l’illuminazione può avere un carattere decorativo.

Esempio di realizzazione di un bagno di uno dei nostri clienti

Se siete già nostri clienti, sapete quanto sia importante per noi la soddisfazione del cliente. Vi chiediamo spesso di inviarci foto o video delle rifiniture della vostra camera. Cerchiamo di consigliare, di dare un suggerimento.

Acquistando gli elementi di finitura nel nostro negozio siamo sicuri che lo spazio avrà un carattere molto individuale e potrà essere d’ispirazione per gli altri.

Con il consenso del nostro cliente alleghiamo le foto della realizzazione di due bagni. Uno in una formula chiara, l’altro è contrastante.

Vale la pena di notare le linee delle piastrelle patchwork che sottolineano il carattere della stanza. Un elemento molto importante, e anche centrale, in entrambi i bagni è un luogo con un lavabo artistico e una cornice di specchi riccamente decorata.

Se vuoi ispirare gli altri con il tuo design, contattaci.

Bagno in stile marocchino

Bagno con accenti messicani

 

Aggiunte nel design degli interni che contano

Gli interior designer prestano spesso attenzione ai dettagli che sfuggono all’investitore, sembrano avere poca importanza e tuttavia sono diversi gadget che possono influenzare lo stile. Possono essere un complemento o anche l’elemento principale dello spazio, determinando la natura e lo stile della stanza.

Infissi

Le lampade, in particolare quelle sulle corde, sospese ad un’altezza selezionata dei locali, illuminando gli elementi principali della stanza come un tavolo, un’isola in cucina, una sala da pranzo o un soggiorno, svolgono funzioni pratiche relative all’illuminazione della stanza, ma spesso hanno anche il carattere dell’elemento principale, anche ostentato, dando stile spazio. Una lampada in una stanza non può quindi essere una scelta casuale. Vale la pena pensare alla visione della stanza e scegliere le aggiunte in modo che si armonizzino tra loro.
Le lampade in rame, dipinte o rivestite con un sottile strato di questo metallo, sono rare. Tali lampade sono ideali per locali in stile rustico, ma anche per ampi spazi modernisti. Tale illuminazione è molto adatta alla cucina o ai locali gastronomici.

Tazze, applicazioni, tazze

Avendo una visione della stanza e dei mobili iniziali, puoi pensare a piccole cose che completano il clima. Tazze e tazze dipinte a mano sono elementi comuni di cassettiere e segretarie. I gadget corrispondenti all’ambiente sottolineano l’adeguatezza dello spazio.

Una forma comune di evidenziazione di un elemento dello spazio sono applicazioni o decori, spesso da piastrelle di ceramica che segnano lo stile o sottolineano anche il valore per il proprietario dell’articolo. Un esempio qui possono essere cornici a specchio fatte di piastrelle di ceramica, strisce di piastrelle disposte intorno al camino o al piano del tavolo.

L’eclettismo, che è molto di moda nel design ultimamente, cioè mescolare gli stili ti consente di selezionare uno stile con sciocchezze selezionate con altre tendenze che caratterizzano la stanza. Di recente, è popolare combinare elementi rustici, come piatti di rame, brocche, brocche, cornici di specchi riccamente decorati, con uno stile modernista caratterizzato da semplicità e un ampio spazio.

Prendiamoci cura delle piccole cose, fanno il lavoro …