Ceramica di utilità spagnola

Schema storico della creazione della ceramica d’utilità

I mattoni colorati e smaltati, che venivano utilizzati per decorare le facciate e gli interni dei vecchi edifici, sono considerati i protoplasti delle attuali ceramiche di utilità. Nei loro studi gli archeologi scrivono di tegole del 1300 a.C. circa. Inizialmente le piastrelle avevano un carattere decorativo, con il tempo le considerazioni pratiche hanno costretto gli artisti ad utilizzare tecnologie che aumentavano la durata del colore e del materiale. La più grande concentrazione di edifici decorati in questo modo è stata scoperta nell’Iran di oggi. Questa tecnica di decorazione superficiale divenne popolare in tutto il Medio Oriente, a Sumer, in Assiria e soprattutto a Babilonia, come dimostra la Porta di Ishtar del 575 a.C. circa, che si trova attualmente nel Museo Pergamon di Berlino. La Mesopotamia produceva anche piastrelle decorate con iscrizioni cuneiformi e motivi figurali e ornamentali.

Piastrelle di ceramica spagnola

Le piastrelle di ceramica erano utilizzate anche nell’antica Cina. Tali decorazioni venivano utilizzate per decorare le pagode e le camere dei palazzi nobiliari. In Cina è iniziata la smaltatura delle tegole e, novità assoluta, la decorazione delle tegole riccamente colorate. La tradizione cinese è tanto più importante in quanto è diventata un importante punto di riferimento per i persiani e gli arabi, che mantengono vivaci relazioni commerciali con la Cina. Nell’antica Persia, sotto il dominio degli Achemenidi, dei Seleucidi, dei Parti e dei Sassaniti, e nei califfati e sultanati arabi, la produzione di ceramica veniva costantemente migliorata – i mattoni smaltati diventavano sempre più sottili. Nel mondo islamico le piastrelle, basate sia su disegni esistenti in mattoni del Medio Oriente che su porcellane asiatiche, iniziarono ad essere prodotte intorno al IX secolo.

Piastrelle di ceramica nella penisola iberica

Le tegole arrivarono in Spagna e Portogallo insieme agli arabi che conquistarono entrambi i paesi nel VII secolo. Il ricco rivestimento islamico si può ammirare ancora oggi nella Cattedrale della Grande Moschea di Cordoba (mosaici), trasformata in cattedrale, e soprattutto nel complesso del palazzo dell’Alhambra di Grenada.

Il periodo del califfato di Cordoba è considerato l'”età dell’oro” dell’Andalusia araba. Il dominio musulmano durò quasi 500 anni e si concluse nel XIII secolo, con la vittoria dei re cristiani nel 1212 a Las Navas de Tolosa.

Smalto spagnolo

L’epoca della conquista araba ha lasciato un’impronta indelebile nella cultura e nell’arte spagnola. I musulmani che arrivarono attinsero all’arte romanica e moresca, poi accettarono e adottarono il design spagnolo. Si è creata così un’incredibile missione di colori orientali con i colori della terra e del mare. I motivi sulle piastrelle erano simmetrici e riflettevano l’equilibrio e l’ordine. I colori principali che decoravano le piastrelle erano blu, nero, verde, giallo e arancione.

Le piastrelle prodotte principalmente in Andalusia, Aragona, Valencia e Catalogna, cominciarono a caratterizzare sempre più spesso modelli e motivi tratti dalla religione cristiana. Queste, a loro volta, si alternavano a figure mitologiche, come esemplificato dal rossore cinquecentesco della Quinta das Torres di Azeitão, in Portogallo. Gli artigiani posavano sulle pareti mosaici a forma di figure umane e divine.

Se parliamo del Portogallo, dobbiamo parlare dei famosi azulejos, cioè dei rivestimenti (il più delle volte di cobalto), usati ancora oggi per decorare le pareti. Anche questi derivano dall’antica tradizione dei mosaici moreschi, ma la loro storia successiva è molto complicata e comprende influenze spagnole, italiane e olandesi, ed è grazie a queste ultime che il colore dominante delle tessere portoghesi è diventato blu nel XVII secolo. Dal XVI secolo in poi, gli azulejos monumentali cominciarono a decorare gli interni portoghesi, i muri del cortile e le facciate di case e chiese.

Caratteristiche delle piastrelle spagnole

Questo è quanto è già stato detto in precedenza e i colori e i motivi delle piastrelle spagnole si ispirano all’Oriente. I colori del fuoco e dell’acqua, il verde e tutte le sfumature del deserto sono comuni, dal beige chiaro all’arancione scuro. Il colore che mette in risalto il motivo e che contrasta con i colori del 1000 e di una notte, è il nero che mette in risalto la transitorietà così importante nella cultura araba.

Piastrelle di ceramica spagnola

Anche i motivi delle piastrelle sono molto diversi, ma sono caratterizzati da una geometria precisa, da linee ben studiate e da una consapevole selezione di forme geometriche.

Un metodo molto popolare di decorazione superficiale con piastrelle spagnole è la posa di patchwork. Questa è un’incredibile opportunità per raccontare una storia del luogo e del suo scopo.

Uso di piastrelle spagnole

Passeggiando per le strade delle città spagnole, spesso si possono vedere le decorazioni delle piastrelle sulle superfici delle facciate così come all’interno degli appartamenti. Gli spagnoli sono persone molto aperte, spesso lasciano le porte aperte per consentire la circolazione dell’aria e presentare i loro interni. È sorprendente che tali forme di decorazione siano molto armoniose, si ha l’impressione che una parete senza piastrelle non si adatti a tutto l’interno.

I mosaici spagnoli spesso decorano la zona intorno a porte, cornici, cornici di finestre. È sorprendente decorare l’area intorno al piano di lavoro della cucina con piastrelle spagnole, per sottolinearne il ruolo e il significato. Spesso le piastrelle decorano la zona pranzo in cucina, la cucina stessa o la dispensa. Il pavimento è costituito da un unico tipo di piastrelle, mentre la decorazione delle pareti limita solo la fantasia e il buon gusto.

Una combinazione sorprendente in bagno è data dalle piastrelle spagnole in combinazione con le ascetiche, spesso realizzate in metalli non ferrosi, come i raccordi in rame. Una composizione di questo tipo dà un volto classico e molto elegante alla stanza.

Non può mancare l’interno del soggiorno e la zona intorno al camino, il posto di lavoro o il tempo libero. La decorazione della superficie con piastrelle in ceramica conferisce alla stanza carattere e colore incredibile.

Nel negozio troverete una vasta selezione di piastrelle spagnole in diversi modelli e colori: Cerames.