La Catrina

La Catrina, conosciuta anche come La Calavera Garbancera, fu originariamente creata da Jose Guadalupe Posada e successivamente nominata, dipinta e vestita dal pittore e illustratore messicano Diego Rivera in uno dei suoi murales. Nel corso del tempo, la Calavera Catrina (tradotto letteralmente teschio del cadavere) è diventata uno dei simboli dell’identità nazionale messicana, la cui essenza è un incrocio tra tradizioni precolombiane, spagnole e rivoluzionarie. Serve anche come un puntello più leggero e un po’ umoristico per il Giorno dei Morti di novembre. È diventata una figura iconica nella cultura messicana, rappresentando la morte e il modo in cui i messicani la vedono.

Storia

La signora scheletro fu creata dal litografo e stampatore Jose Guadalupe Posada intorno al 1910 come illustrazione per Calavera (un epitaffio satirico sulle ipotetiche circostanze della morte di politici e celebrità).

Originariamente si chiamava “La Calavera Garbancera” di Posada, che tradotto descrive una persona che si vergogna della sua ascendenza indiana, è vestita in modo chic (imitando lo stile francese) e indossa molto trucco per far apparire la sua pelle più bianca.

Nel 1948, Diego Rivera, che considerava Posada il suo maestro artistico, creò un murale chiamato Sogno della domenica sera in cui catturò 400 anni di storia messicana. In questo capolavoro, Rivera raffigurò la fine di un’epoca distrutta dalla guerra rivoluzionaria e l’inizio di un nuovo ciclo come nazione moderna e più giusta.

Rivera non solo dipinse La Calavera Garbancera, ma la chiamò anche “La Catrina”. Catrin(a) è un termine gergale per indicare persone eleganti, ben vestite e ricche. La Catrina è una signora, una donna delle classi superiori, che è stata personificata come uno scheletro femminile che indossa un abito elegante e un cappello con le piume, secondo la moda del XIX secolo. Grazie a Diego Rivera, la donna scheletro è diventata un’icona nella cultura messicana ed è tradizionalmente usata nel Giorno dei Morti, specialmente durante le celebrazioni urbane. Posada e Rivera hanno catturato la comoda e intima relazione dei messicani con la morte su questa figura.

Significato

Il simbolismo di La Catrina si riferisce al Giorno dei Morti messicano. Nella percezione del messicano, la morte è la continuazione della vita, che qui sulla terra è solo un guizzo, qualcosa di fugace, impermanente, e quella vera comincia solo dopo la morte. La morte è l’essenza della vita, ecco perché le immagini della morte sono presentate sotto forma di scheletri che ballano, bevono e ridono. In occasione del Giorno dei Morti si organizzano concorsi e grandi mostre di arte popolare con la morte come tema, come concorsi di poesia, per il più bell’altare in onore della morte o dei morti. Il motivo della Catrina appare ogni anno durante la celebrazione della Festa dei Morti, sia nelle case che nelle strade delle città.

La Catrina è un simbolo molto importante nella cultura e nelle credenze messicane. Mostra il passare del tempo e la sua inevitabilità, e allude alla trasformazione dell’involucro del corpo umano, con la simultanea immortalità ed eterno viaggio dello spirito.

Sul nostro sito, troverete una vasta gamma di decorazioni con la figura di La Caterina, sia sotto forma di figurine che di piastrelle di ceramica. Tenete d’occhio le novità – soprattutto quando si tratta di statuette, poiché si tratta di edizioni limitate, disponibili in quantità minima.

Ceramica Talavera

I prodotti ceramici con il nome generale di Talavera sono prodotti del comune di San Pablo del Monte. Si precisa che i primi articoli di Talavera iniziarono ad essere prodotti in Messico nel XVI secolo. Il nome stesso deriva dalla città spagnola di Talavera de la Reina, dove ha iniziato a produrre questo tipo di faenze. Con la conquista del Messico da parte degli spagnoli, gli artigiani sono arrivati nel territorio conquistato, che hanno trasferito lo stile e il modo di produrre ceramica dal continente, tanto che molte influenze andaluse e arabe sono visibili nei colori e nei disegni.

Caratteristiche della ceramica di Talavera

Le ceramiche di Talaver sono caratterizzate da un’argilla bianca lattiginosa. Le pentole e gli altri piatti arrotondati sono prodotti con il tornio da vasaio. Nel caso di prodotti decorativi con forme diverse da quelle cilindriche, il materiale è modellato da un artigiano. Tutti i prodotti Talavera sono dipinti a mano con pigmenti naturali. Vale la pena ricordare che la maiolica originale di Talavera è prodotta in fabbriche di ceramica certificate. Ogni prodotto originale Talavera deve essere contrassegnato con la firma, il logo e l’ologramma dell’artigiano. Tali prodotti sono molto costosi perché la loro quantità è controllata e limitata dal Consiglio Regolatore Messicano Talavera.

Inizialmente il colore di base della ceramica Talavera dipinta era il blu e le sue sfumature. Tuttavia, a causa del prezzo del colorante, si cominciò ad utilizzare il verde, il giallo, il viola e il nero, e più tardi le arance e i rossi.

Gli elementi decorativi di Talavar

Pablo è famoso per i suoi elementi decorativi, i messicani amano le figurine, le tazze, i piatti con bellissimi motivi colorati. Sono spesso molto popolari, presi dalla cultura Maya e Azteca, dai prodotti a forma di sole e di luna. Pentole e tazze con un caratteristico motivo Talaver sono popolari.

Il colorante applicato alla ceramica Talavera è molto denso, che dopo il processo di smaltatura permette di ottenere un effetto 3D, e l’uso di luce appropriata può approfondire questo effetto e saturare ulteriormente il colore.

All’inizio del XX secolo ha avuto inizio la collezione di ceramiche di Talavera. A causa del fatto che la quantità di prodotti originali Talavera prodotti è limitata in modo controllato, i prezzi delle ceramiche da collezione possono essere molto alti.

Piastrelle Talavera

Si tratta di piccole opere d’arte, soprattutto patchwork. Questi tipi di piastrelle erano spesso decorate con motivi che simboleggiavano fiori o animali. Essendo prodotti a mano, non sono identici, il che conferisce loro uno stile originale e individuale.

Le piastrelle monocolore sono molto popolari. I colori più comuni delle piastrelle di Talavera sono il blu, il giallo, l’arancione e il verde.

Dove utilizzare la ceramica Telavera

Ovunque il designer voglia dare alla stanza uno stile individuale e orientale. Queste ceramiche sono perfette per spazi rustici e industriali. Piastrelle con ricche decorazioni possono decorare l’ambiente di specchi, porte e finestre. Si armonizzano perfettamente con il camino. Gli elementi della piccola architettura di Talaver enfatizzeranno sicuramente lo stile dello spazio ed enfatizzeranno l’atmosfera.