Non abbiate paura delle piastrelle decorate

Quando si pensa al design di una cucina o di un bagno, spesso ci si chiede quali piastrelle usare. Il cuore ci dice spesso quanto è colorato e modellato, la mente dice: rimarrà per anni, cosa succederà quando vestiremo gli ultimi ritocchi, ci annoieremo quando la moda cambierà… E poi?

I modi di combinare le tessere con motivi monocolore

Supponiamo di non voler rinunciare alle piastrelle decorate, vogliamo che la nostra stanza sia diversa dalle altre rifinite in modo standard e popolare. Forse vale la pena di pensare alle mattonelle di un colore o alle sue tonalità?

Le piastrelle di smalto o di terracotta possono essere decorate con motivi geometrici, simbolismi floreali, decorazioni tratte dalla cultura popolare o religiosa. Le piastrelle possono essere combinate tra loro scegliendo gli stessi motivi o disponendo armoniosamente le piastrelle decorate con decori diversi. Questo modo di disporre le tessere si chiama patchwork. Questa soluzione consente l’utilizzo di piastrelle a disegno monocolore, mantenendo il carattere sottile della stanza.

Utilizzo di piastrelle colorate

Le piastrelle decorate di diversi colori offrono un’ampia gamma di possibilità. Possono essere utilizzati come decorazioni di superficie, decorazioni o per decorare una superficie selezionata. Scegliendo le piastrelle giuste, si può marcare il carattere della stanza, conferirle l’atmosfera e l’atmosfera giusta.

Naturalmente, si dovrebbe prestare attenzione all’armonia, in modo che la finitura dello spazio sia coerente e la permanenza in esso non sia faticosa.

A seconda dell’ambiente in cui verranno applicate le piastrelle decorate e di ciò che vogliamo ottenere con questo, possiamo scegliere piastrelle con un motivo meno contrastante, che permetterà di ottenere una superficie più sommessa o decorazioni di piastrelle più sature, in modo da poter sottolineare correttamente il carattere del luogo.

Scuola guida per l’istruzione superiore – patchwork

La scelta stessa del patchwork come modalità di finitura sottolinea il carattere audace e originale del designer. La scelta di piastrelle su patchwork è enorme, e va dalle tegole monocolore combinabili a quelle multicolori che possono suggerire un potenziale caos e, in ultima analisi, ottenere una finitura d’interni unica.

Il patchwork può essere ottenuto da piastrelle di varie forme e dimensioni. Qui sono adatte piastrelle esagonali, quadrate e rettangolari. Un effetto sorprendente può essere ottenuto disponendo il patchwork da piccole piastrelle con una dimensione laterale di 2-5 centimetri.

Di recente sono andate molto di moda le piastrelle provenienti dal Messico, dal Marocco o dalla Tunisia. Grazie alla storia del design dei paesi di origine, si fondono perfettamente. Quando si usa la ceramica dipinta a mano, si ottiene un sorprendente carattere orientale dello spazio. Vale la pena notare che sempre più spesso si possono trovare piastrelle patchwork ispirate alla cultura e al design polacco.

Le piastrelle patchwork si riveleranno in quasi tutte le stanze. Siamo limitati solo dalla fantasia e dal buon gusto. Sottili patchwork monocromatici appariranno sorprendenti in bagno, mentre il motivo colorato funzionerà in cucina, ad esempio sopra il piano di lavoro. Le piastrelle a motivi saranno perfette sulla terrazza, sulla loggia o sul balcone.

Allora, hai paura delle piastrelle decorate? Certamente non vale la pena, tuttavia, di usarli in modo ponderato e appropriato per il carattere della stanza.

Dove si mettono le tessere patchwork?

Le tegole patchwork sono tegole sulle quali viene applicato un modello per consentire al singolo polline di formare un’unica composizione coerente. Le piastrelle possono essere multicolori o in tonalità di un colore. Un’applicazione ben studiata di piastrelle patchwork su una superficie selezionata può conferire all’ambiente un carattere unico e individuale.

Cos’è un patchwork?

Inizialmente, il patchwork era chiamato la combinazione di singoli pezzi di materiale in un unico insieme. Questo metodo di sartoria è stato iniziato in Inghilterra, e prima dell’epoca vittoriana era un modo per riparare il guardaroba. Artisti e stilisti di tutto il mondo hanno iniziato a disegnare patchwork e i loro prodotti sono stati resi disponibili nelle gallerie d’arte.

L’apice della popolarità delle composizioni patchwork cade negli anni Ottanta del XIX secolo, quando apparvero su larga scala in Inghilterra, America e Australia. Gli anni ’50 e ’60 del XX secolo sono un ritorno al design patchwork, alla moda ancora oggi.

  Piastrelle patchwork

I disegni provenienti da paesi come Spagna, Messico, Tunisia e Marocco, grazie all’influenza delle culture araba, abissina e azteca, sono caratterizzati da motivi simmetrici e colori diversi. Questo permette di disporre la superficie in un insieme armonioso e geometrico coerente. Le piastrelle hanno più spesso la forma di un quadrato o di un rettangolo, e le singole parti della composizione possono essere decorate con decori appropriati. I motivi patchwork possono essere posizionati sia su smalto che su piastrelle in terracotta.

Dove utilizzare le piastrelle patchwork?

Un design piuttosto ricco, posizionato su piastrelle, può suscitare sensazioni contrastanti, ma usare le piastrelle giuste in modo ponderato può portare a risultati sorprendenti.

Bagno

Questo è lo spazio in cui vengono applicate più spesso piastrelle di un solo colore. A causa della natura della stanza, le piastrelle hanno un tono calmo e si trovano sul pavimento o sulle pareti. Posare tali ceramiche su tutte le superfici del bagno sembra un’idea piuttosto audace, ma se c’è un obiettivo, può essere una buona soluzione.

Cucina

In questa stanza, il patchwork viene utilizzato più spesso. Una parete a motivi, parallela al piano di lavoro, bilanciata da un colore di armadi, può essere un elemento decorativo di qualsiasi cucina. I dintorni del fornello, i luoghi per le spezie, i lardi sono le superfici dove le piastrelle patchwork funzionano al meglio. Il patchwork si armonizza con la cucina, con i colori della verdura e della frutta spesso in piedi su armadietti, piani di lavoro. Segnano il carattere distintivo di alcuni luoghi e ne sottolineano il carattere. In un ambiente cucina, collocare le piastrelle su tutte le pareti è un’idea relativamente sicura, e una corretta selezione del motivo e del colore ad altri elementi decorativi, il colore degli armadi, permette di ottenere un insieme coerente e originale.

Salone

Nel soggiorno, lo smalto patchwork apparirà in bella vista intorno al camino, infatti il culto del fuoco in molte culture è dipinto di rosso e segnato con il simbolismo del fuoco. È anche possibile utilizzare piastrelle patchwork per contrassegnare un luogo separato dall’insieme, ad esempio un frammento di un ufficio con una scrivania in piedi. In un soggiorno, le piastrelle patchwork possono essere trattate come decorazioni, e diverse o più piastrelle possono essere applicate in un luogo scelto.

Terrazza, balcone

Sono luoghi creati anche per questo tipo di finitura superficiale. Più il luogo sarà colorato e modellato, più si armonizzerà con i tanti colori dei fiori. Tuttavia, vale la pena di prestare attenzione all’uso di piastrelle resistenti alle intemperie e alle condizioni ambientali, al gelo o all’umidità. La soluzione ideale in questo caso sarà costituita da piastrelle in cemento patchwork.