Tipi e usi di piastrelle

Le piastrelle possono essere utilizzate per rifinire pavimenti e pareti in tutte le stanze della nostra casa o appartamento. Inoltre, possono essere utilizzati come elemento decorativo o posati su superfici di terrazze – a condizione che abbiano i parametri tecnici appropriati. Indipendentemente dalla posizione scelta, vale la pena considerare attentamente prima dell’acquisto se saranno esposti all’umidità, alle influenze meccaniche o termiche.

Tipi di piastrelle

Nel nostro negozio, potete trovare molti modelli di piastrelle in 2 categorie – piastrelle da parete (messicane, marocchine, Iznik, tunisine, Zellige) e piastrelle da pavimento (piastrelle in cemento disponibili a magazzino, piastrelle in cemento su richiesta, mosaici da pavimento, placche, terracotta). La scelta è davvero grande – possiamo scegliere tra molte possibilità, sia in termini di materiale, modello, colore o luogo di origine.

Piastrelle di cemento vs. piastrelle di ceramica

Le piastrelle di cemento, conosciute anche come piastrelle idrauliche o encaustiche, sono state usate per quasi due secoli come finitura di lusso di pavimenti e pareti all’interno e all’esterno degli edifici. Le piastrelle possono essere posate su pavimenti, pareti, terrazze, balconi, tavoli, nelle aree di lavoro delle pareti nelle cucine, nonché utilizzate individualmente come elementi decorativi. Le piastrelle di cemento hanno bisogno di essere impregnate per mantenere le loro caratteristiche funzionali. Lo strato superiore di una piastrella di cemento consiste in polvere di marmo, pietre di fiume e pigmenti minerali cementati insieme in una massa omogenea. Grazie all’antica tecnica di combinare questi materiali in una pressa idraulica, le piastrelle di cemento hanno una superficie perfettamente liscia, vellutata al tatto e opaca, impossibile da ottenere con la ceramica, comprese le piastrelle di gres.

Le piastrelle di ceramica sono spesso scelte per rifinire varie superfici, non solo perché sono disponibili in molti design alla moda, ma soprattutto sono pratiche, grazie alla loro resistenza all’acqua, alla durata e alla facile manutenzione. Tuttavia, a causa del loro processo di fabbricazione, alcune caratteristiche possono differire da un modello all’altro. Per esempio, la lavorazione artigianale di alcune piastrelle fa sì che lo smalto possa mostrare piccole crepe durante il processo di cottura (l’effetto craze), e i motivi possono variare leggermente l’uno dall’altro. Le piastrelle sono resistenti all’abrasione e anche con graffi più profondi, il motivo è ancora visibile perché i singoli colori sono contenuti nello smalto. Ogni piastrella viene prima rivestita con un primer, un colore di base, e poi ogni colore del disegno viene applicato separatamente. Dopo la cottura, le piastrelle ottengono il loro colore finale e la loro straordinaria resistenza.

Applicazione

A seconda del modello di piastrelle selezionato, possiamo permetterci possibilità illimitate della nostra immaginazione! Cominciando dai classici – rifinendo il pavimento, il muro, il terrazzo – passando a riempire lo spazio sotto le scale, o nella sala come elemento pratico sotto gli appendiabiti (nell’interesse della pulizia delle pareti). Le piastrelle sono anche utilizzate in vari elementi decorativi – come riempimento della superficie superiore di un tavolo, un armadio, o un pratico supporto per la nostra tazza preferita.

Combinazione di Turchia e Messico? O forse il Messico in cucina e la Turchia in bagno? Perché no, dopo tutto, bisogna vivere in modo colorato!

Piastrelle di ceramica tunisina

Si può trovare un’affermazione che la cultura e l’arte originale è principalmente un timpano di influenze miste arabe, cannanesi e sumeriche. Il luogo più importante e più conosciuto per la produzione di piastrelle di ceramica è una città portuale nel nord della Tunisia.

Cosa caratterizza le piastrelle tunisine?

Tale multiculturalismo ha un impatto sul design e sulla colorazione dei prodotti, per lo più realizzati da artigiani locali. Nabeul, che è la culla della produzione della ceramica, è una città portuale da cui le merci fluivano verso ogni angolo del mondo. Vi si sono riuniti commercianti e produttori di tutta l’Africa e non solo. Da qui il ricco design nei colori prevalentemente orientali, blu, verde, giallo, arancione e nero.

Oltre alle tegole in tonalità particolari, le tegole tunisine sono famose per i loro. Gli elementi applicati sulle piastrelle creano un insieme armonioso, eliberando la sua fantasia, il designer è in grado di dipingere con le piastrelle un’immagine unica e irripetibile su qualsiasi superficie.

I motivi applicati sulle piastrelle tunisine sono caratterizzati da una cura senza precedenti. Prendendo la piastrella in mano e osservando la sua esecuzione si può vedere il grande impegno e la precisione dell’artigiano, spesso un artista.

Come vengono prodotte le piastrelle di ceramica tunisine?

Vale la pena ricordare che in molti casi le botteghe artigiane che producono ceramiche tunisine sono passate di padre in figlio. Si conservano i metodi di produzione originali, le tecniche di applicazione dei modelli sulle piastrelle o i modi per ottenere i pigmenti.

La massa di cui sono fatte le piastrelle tunisine è una miscela di minerali selezionati dall’artigiano, che nel corso degli anni permettono di realizzare un prodotto durevole che risponde alle esigenze sempre più elevate del cliente.

I modelli sulle piastrelle disponibili nel nostro negozio sono applicati sulle piastrelle mediante serigrafia. Si tratta di un metodo molto antico per applicare l’ornamento sulla superficie del prodotto. Questo metodo è stato inventato da due giapponesi. Yuzensai Miyasaki e Zisukeo Hirose. In tempi successivi questo metodo fu leggermente modificato e chiamato serigrafia.

Dopo che i motivi sono applicati a mano sulle piastrelle, le ceramiche vengono smaltate e cotte. Questo permette di ottenere un materiale durevole e duraturo. Questo metodo di produzione, che combina tradizione e modernità, permette di ottenere un prodotto target di altissima qualità e ripetibilità.

Dove usare le piastrelle tunisine?

Passeggiando per le strade delle città e dei paesi tunisini si possono vedere quasi ovunque ricchi disegni e composizioni colorate. Così sono decorate le facciate esterne e le superfici all’interno degli edifici. Nel nostro spazio culturale ci occupiamo piuttosto dell’applicazione di piastrelle all’interno, anche se risultati sorprendenti e molto spettacolari si ottengono collocando tali ceramiche su terrazze, pergolati o altri elementi di piccola architettura all’esterno dell’edificio.

Sulle pareti del bagno o della cucina, le piastrelle posizionate nei punti che vogliamo delimitare, forniranno un’esperienza sorprendente. Questi possono essere la zona intorno alla finestra, la porta, il piano della parete vicino al piano di lavoro della cucina, evidenziando la posizione dello specchio, o l’applicazione di piastrelle intorno al camino.

Siamo limitati solo dal buon gusto e dalla fantasia.

Le piastrelle, non solo tunisine, si possono trovare nel negozio Cerames in diversi modelli e colori.